Le cure naturali sono efficaci. Ma per curare la psoriasi è importante avere sempre la diagnosi di un medico e stare attenti all’alimentazione

UNA NOSTRA LETTRICE ci ha mandato una lettera (una lettera vera, spedita via posta!) nella quale scrive: «Sono una donna di 80 anni, e da circa 6 mesi sono colpita da psoriasi alle gambe e parzialmente ai gomiti. Dopo avere provato varie creme e pomate senza risultato, vorrei sapere se, fra i suoi lettori, c’è qualche persona che fosse a conoscenza di una cura o i “rimedi della nonna”, erbe, impacchi od altro per rimediare».

Curare la psoriasi con l'alimentazione,

Ci fa molto piacere ricevere una lettera simile

I nostri lettori hanno fiducia in noi! Premettiamo che non siamo medici e non pretendiamo di esserlo. La raccomandazione per tutti è quella di consultare per ogni problema che riguarda la salute il proprio medico o uno specialista. Noi ci limitiamo a dare informazioni nel campo sanitario consultando sempre degli specialisti.

La nostra amica ci chiede una soluzione di tipo “rimedi della nonna”. Noi abbiamo consultato una naturopata, Elena Benna, diplomata all’Istituto Mirdad di Torino.

La psoriasi: cos’è e da cosa deriva

Elena ci spiega che la psoriasi è una malattia cutanea tra le più diffuse. Può incidere in modo pesante sulla qualità della vita anche per il disagio sociale e l’isolamento causati dall’imbarazzo per le “placche” cutanee e la paura di essere considerati contagiosi.

La patologia è cronica e autoimmune (dovuta a un’anomala risposta immunitaria) e ha probabili origini genetiche. Spesso è scatenata da fattori ambientali e psicologici. Le lesioni cutanee si localizzano più spesso al cuoio capelluto, alle superfici estensorie dei gomiti e delle ginocchia e alla regione lombo-sacrale.

Ma non esiste zona cutanea immune dalla malattia. Le principali cause della malattia possono essere: lo stress e l’alimentazione. Quindi è importante, oltre una diagnosi precoce e una cura tempestiva, cambiare lo stile di vita e l’alimentazione.

I rimedi della naturopata: cura l’alimentazione

La naturopatia consiglia, per liberarsi dalla psoriasi, di praticare un’attività fisica aerobica per arginare lo stress, come la corsa o lo yoga.

Nel trattamento e controllo della psoriasi, l’alimentazione gioca un ruolo molto importante, dal momento che l’assunzione di cibo può contrapporsi all’effetto ossidativo dell’organismo. Attenzione, però, bisogna tener conto che ogni malato di psoriasi reagisce in modo diverso e può sviluppare un’ipersensibilità verso un alimento piuttosto che un altro!

Si consiglia di privilegiare il consumo di fibre presenti in cereali integrali, legumi, fermenti lattici, frutta, verdura e pesce. Va incrementato il consumo di verdure amare quali cicoria, radicchio, zucca amara, crescione.

Non tutta la verdura e la frutta, però, sono indicate

Melanzane, pomodori crudi, peperoni e peperoncino crudi e cotti, alimenti particolarmente speziati, patate e cachi sono da evitare. Grano, mela, crostacei, carne, uova e caffè sono alimenti che risultano maggiormente incriminati come causa di intolleranze e che di conseguenza possono essere coinvolti anche nelle crisi di psoriasi.

Si può trarre giovamento dal clima marino e bagni nell’acqua marina. Sono inoltre consigliati soggiorni Termali.

I centri più rinomati per i trattamenti di contrasto alla psoriasi sono a Montecatini Terme, Porretta Terme, Terme di Comano, Terme di Saturnia.

CRISTINA MENGHINI